I problemi del Mps significano alte commissioni per le banche d'affari

lunedì 8 agosto 2016 09:48
 

* La banca italiana tra i maggiori pagatori europei di commissioni

* L'aumento proposto costerà 250 milioni di fee

* Da cessione di sofferenze e prestito ponte altre commissioni

* Le banche fanno la fila per l'incarico nonostante l'alto rischio

di Pamela Barbaglia e Anjuli Davies

LONDRA, 8 agosto (Reuters) - Gli istituti di credito italiani in difficoltà stanno offrendo grandi opportunità di profitto alle banche d'investimento, con il Monte dei Paschi di Siena che si appresta a pagare tra le commissioni più elevate quest'anno in Europa per organizzare il suo impegnativo piano di salvataggio.

Il piano di emergenza, disegnato da Mediobanca e JP Morgan per salvare la banca, costerà a Siena circa 250 milioni di euro di commissioni di underwriting per il previsto aumento da 5 miliardi, secondo tre fonti coinvolte nell'operazione.

Questa cifra si somma ai circa 400 milioni di euro che la banca ha pagato negli ultimi due anni per altri aumenti di capitale e rende Mps uno dei maggiori pagatori di commissioni in Europa.

Non ci sono certezze che il piano proposto vada in porto e che quindi le commissioni vengano effettivamente pagate, ma se avesse successo, Monte dei Paschi, che capitalizza circa 800 milioni di euro, ne avrà pagati circa 1.000 di fee.   Continua...