BUZZ BORSA-Unicredit in asta a -6% dopo stress test, mercato teme aumento

lunedì 1 agosto 2016 10:50
 

MILANO, 1 agosto (Reuters) - ** UniCredit perde il 6% in borsa e finisce in asta, dopo un avvio brillante, tra banche italiane in calo del 2% in media (quasi +3% nelle prime battute). Ritraccia anche il settore europeo (-1%).

** La banca è risultata tra le peggiori negli stress test dell'Eba con un Cet1 nello scenario avverso al 7,1% e ha preannunciato che lavorerà con il single supervisory mechanism per determinare se siano necessarie ulteriori misure o modifiche del suo piano di rafforzamento del capitale.

** Secondo un trader il titolo soffre per le attese di un consistente aumento di capitale alla luce dei test europei.

** Secondo Icbpi l'esito degli stress test potrebbe portare a una revisione dello SREP target (attualmente pari al 9,75% per il 2016, con aumento di 25bps già previsto per il 2017) e "lascia presagire un aumento di capitale piuttosto consistente in tempi non lunghi (che peraltro il mercato dà per scontato da mesi)".

** Barclays calcola che una cessione dei Npl al 33% del valore nominale, come previsto dal piano di Mps, porterebbe il CET1 ratio di Unicredit molto sotto i requisiti SREP. "Ci aspettiamo che la parte sul capitale del piano di Unicredit sarà monitorata attentamente dalla Bce", nota il broker che considera ripetibile il modello Mps per realtà più piccole ma vede una capacità complessiva di assorbimento da parte del mercato limitata.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia