Mps deconsoliderà tutte sofferenze, valore cessione 33%, aumento 5 mld

venerdì 29 luglio 2016 21:44
 

MILANO, 29 luglio (Reuters) - Il cda di Mps ha approvato le linee guida di un'operazione che prevede il deconsolidamento dell'intero portafoglio di sofferenze con la cessione a un veicolo di cartolarizzazione per 9,2 miliardi, pari al 33% del valore lordo, e un aumento di capitale fino a 5 miliardi.

Nell'ambito dell'operazione la Bce ha autorizzato Mps ha escludere gli impatti sui modelli interni derivanti dal deconsolidamento delle sofferenze, spiega una nota.

L'operazione di cessione delle sofferenze prevede che agli azionisti Mps venga assegnata la tranche junior, mentre il Fondo Atlante sottoscriverà i titoli mezzanine per 1,6 miliardi. Ad Atlante verranno assegnati anche dei warrant con sottostante nuove azioni pari al 7% del capitale fully diluted post aumento.

La ricapitalizzazione verrà realizzata entro l'anno e sarà assistita da un consorzio di garanzia guidato da JPMorgan e Mediobanca come global coordinator.

Il Cet1 phased in al 31 marzo ricostruito pro forma per l'operazione si attesta all'11,7%, quello fully loaded all'11,4%. Il Texas ratio scende al 125% dal 260%, La copertura delle sofferenze verrà incrementata al 67% (1 miliardo di euro), emntre quella media delle inadempienze probabili e delle esposizioni scadute al 40% (2,2 miliardi).

J.P. Morgan e Mediobanca hanno assistito la banca in qualità di advisor finanziari, di Global Coordinators sull'aumento di Capitale e arranger sulla cartolarizzazione del portafoglio dei crediti in sofferenza. Lazard è advisor finanziario indipendente e BonelliErede advisor per l'operazione. Mps è sta poi assistita da Piergaetano Marchetti per gli aspetti di diritto societario e da Francesco Carbonetti per quanto concerne gli aspetti di vigilanza.

Non compare Ubs che aveva avanzato alla banca assieme a Corrdado Passera una proposta alternativa.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...