BORSE ASIA-PACIFICO in rialzo, vicine a massimi 9 mesi

lunedì 25 luglio 2016 09:04
 

INDICE                        ORE  8,46    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                     433,71       0,22     411,31
 TOKYO                         16.620,29    -0,04    19.033,71
 HONG KONG                     21.951,22    -0,06    21.914,40
 SINGAPORE                     2.934,33     -0,37    2.882,73
 TAIWAN                        8.991,67     -0,24    8.114,26
 SEUL                          2.012,32     0,10     1.800,75
 SHANGHAI COMP                 3.012,23     -0,02    2.850,71
 SYDNEY                        5.533,60     0,64     5.295,86
 MUMBAI                        27.924,11    0,43     26.117,54
 
    25 luglio (Reuters) - I mercati dell'area Asia-Pacifico sono oggi in rialzo,
vicini ai picchi di nove mesi: le rassicurazioni, da parte delle autorità, sulla
necessità di sostenere la crescita contribuiscono a sedare i timori dell'impatto
della Brexit sull'economia globale.
    Intanto il dollaro, sostenuto dai solidi dati economici Usa, resta stabile.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,46 guadagna
lo 0,22%. La borsa giapponese ha chiuso praticamente piatta, a -0,04%.
    "I mercati si stanno calmando dopo lo shock iniziale provocato dalla
Brexit", commenta Masayuki Kichikawa, chief strategist di Sumitomo Mitsui Asset
Management. Dopo il voto in Gran Bretagna per uscire dall'Unione Europea, gli
investitori si attendono ulteriori interventi di stimolo all'economia da parte
delle banche centrali nei prossimi mesi. 
    Intanto, visto che i rendimenti dei bond europei e giapponesi sono negativi,
gli investitori si stanno precipitando sui titoli Usa, dato che i rendimenti
sono maggiori e migliori le prospettive economiche.
    "Al momento, i mercati Usa stanno attirando i fondi globali. Globalmente
rimangono dei rischi, come le istituzioni finanziarie europee o lo yuan cinese",
dice Koichi Yoshikawa, direttore esecutivo del settore finanziario alla Standard
Chartered Bank di Tokyo. "Bisogna vedere se gli investitori saranno pronti a
diversificare verso mercati diversi dagli Usa nelle prossime settimane".
    La forza dei dati economici Usa ha spinto a un ritorno dell'ipotesi di un
nuovo aumento dei tassi d'interesse attorno a fine anno. Anche se si prevede che
la Federal Reserve americana dovrebbe mantenere inalterata la propria politica
di tassi nella riunione di due giorni che inizia domani, gli investitori
attendono comunque con attenzione le dichiarazioni finali, in cerca di inidizi
utili sulle prossime mosse della banca centrale.
    ** SHANGHAI ha chiuso in timido rialzo, in mancanza di spunti.
Secondo gli analisti, è possibile che la tendenza continui nei prossimi giorni. 
    ** HONG KONG perde leggermente (-0,16%), consolidando dopo i guadagni
recenti (+5% a luglio), con Prada che perde il 2,3%.
    ** TAIWAN ha chiuso in ribasso (-0,2%), ritracciando dai massimi di
un anno.
    ** SYDNEY chiude invece in rialzo dello 0,62%, SEOUL dello
0,1%, mentre la moneta locale, il won, perde terreno verso il dollaro. Seduta
molto positiva per le case automobilistiche Hyundai e Kia
.
    ** SINGAPORE perde lo 0,35%, trascinata al ribasso dai titoli legati
a bene di consumo e servizi ai consumatori.
    
    
    Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia