Borsa, crollo controvalore scambi in sem1, Fineco prima su equity - Assosim

giovedì 21 luglio 2016 12:36
 

MILANO, 21 luglio (Reuters) - Il primo semestre di Piazza Affari è stato caratterizzato dal crollo dei controvalori negoziati e da un forte aumento della volatilità sul FTSE Mib.

E' quanto emerge dall'analisi condotta da Assosim, che inoltre stila la classifica dei maggiori intermediari sul mercato azionario: considerando i controvalori, prima è Finecobank con una quota di mercato del 19,63%, seguita da IwBank (10,84%) e Banca Imi (7,52%); per quanto riguarda il numero di operazioni, prima sempre Fineco (18,12%), seguita da Banca Imi (9,62%) e IwBank (8,38%).

Sul fronte dell'obbligazionario, è Banca Imi in prima posizione nella classifica sui volumi scambiati, con una quota di mercato del 17,93%, seguita da Banca Akros (16,97%) e Iccrea Banca (12,1%). Nella classifica per numero di operazioni Banca Imi evidenzia una quota di mercato del 21,03%, Banca Akros del 13,25% e Unicredit del 12,41%.

Nel dettaglio, nel primo semestre il controvalore totale degli scambi sull'Mta è sceso del 21,43% (ma sono aumentati del 9,32% i contratti scambiati) mentre, per quanto riguarda l'obbligazionario, quello sul MOT è calato del 34,39%. In controtendenza il mercato IDEM, che ha beneficiato dell'alta volatilità, facendo registrare variazioni positive in tutti i comparti equity.

Il primo semestre, iniziato con un sell-off sul timore del rallentamento dell'economia cinese e terminato con il voto sulla Brexit, ha registrato inoltre un'impennata della volatilità del FTSE MIB, passata dal 28% del mese di giugno 2015 al 58% del mese di giugno 2016.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia