GB, banca centrale lascia tassi invariati, verso intervento in agosto

giovedì 14 luglio 2016 13:32
 

LONDRA, 14 luglio (Reuters) - La Banca d'Inghilterra ha lasciato invariato il costo del denaro allo 0,50%, contrariamente alle aspettative di diversi operatori che scommettevano già per oggi su un primo intervento espansivo a seguito del referendum di giugno sulla Brexit.

I membri del board della Bank of England hanno votato 8-1 per la conferma dei tassi sull'attuale livello; ma come confermano le minute della riunione di politica monetaria l'intervento appare solo rimandato al meeting del mese prossimo, quando potrebbe assumere la forma di "un pacchetto di misure", una volta che sarà valutato in maniera più precisa come l'esito della decisione di lasciare l'Ue ha influito sull'economia del paese.

"(...) La maggioranza dei membri del Comitato si aspetta un allentamento della politica monetaria in agosto" si legge nelle minute. "La dimensione e la natura precise di ogni misura di stimolo sarà determinata nell'ambito della sessione di stime e rapporto sull'inflazione di agosto".

D'altra parte lo steso Comitato ritiene probabile nel breve termine un indebolimento dell'attività economica nel paese, sulla base dei primi segnali giunti dopo il voto sulla Brexit.

Il board ha inoltre deciso di lasciare invariati i termini del Qe della banca centrale (che ha raggiunto il tetto di 375 miliardi di sterline); ma non manca chi prevede un rilancio del programma di acquisto asset come parte delle misure che la Bank of England potrebbe mettere in campo in questa fase post referendum.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia