Ue, ombudsman europeo chiede più rigore dopo passaggio Barroso a Goldman

martedì 12 luglio 2016 18:28
 

BRUXELLES, 12 luglio (Reuters) - L'ombudsman europeo ha chiesto all'Unione europea regole più stringenti sugli incarichi che i commissari assumono quando lasciano la Commissione, dopo che l'ex presidente Jose Manuel Barroso è passato a Goldman Sachs.

L'ombudsman Emily O'Reilly ha detto che aderire tecnicamente alle norme non assolve gli ex commissari da un più ampio dovere che è quello di mostrare "integrità".

"Il trattato Ue stabilisce che un ex commissario debba comportarsi con integrità e discrezione quando gli si presenta un certo incarico o beneficio", ha osservato, sottolineando che è richiesto un periodo di pausa di 18 mesi prima di assumere nuovi incarichi per evitare conflitti di interesse. Barroso ha aspettato 20 mesi.

"Qualsiasi sospetto che lo spirito della legge sia ignorato mina la fiducia dei cittadini nell'Ue", ha aggiunto O'Reilly.

Goldman Sachs ha annunciato venerdì l'arrivo di Barroso come adviser e presidente non-esecutivo delle attività internazionali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia