BORSA MILANO positiva, ma volatile, bene Saipem, giù Banco Popolare

giovedì 7 luglio 2016 12:21
 

MILANO, 7 luglio (Reuters) - Piazza Affari prosegue positiva, ma volatile, con le banche che tornano sotto pressione sui timori legati alle sofferenze e a come saranno gestite. "Il mercato si attende una risposta alla questione dei Npl delle banche. Al momento sembra un rimbalzo effimero e bisogna vedere se regge", osserva un trader.

** Intorno alle 12,30, l'indice FTSE Mib cresce dell'1%, mentre l'ALL SHARE avanza dell'1,04%. L'indice benchmark europeo FTSEurofirst segna +1,52%. Volumi pari a 800 milioni di euro.

** MPS decisamente volatile. Partita forte con un rialzo che supera il 4%, ha poi ripiegato e cede il 2,6%. Ieri Consob ha vietato per tre mesi le posizioni nette corte sul titolo Mps, fino al 5 ottobre. Oggi Cda ordinario della banca e un portavoce dell'istituto ha smentito che la riunione odierna deciderà di aumentare il capitale per 2-3 miliardi di euro, come riportato da indiscrezioni stampa. Secondo un report di Icbpi, "il blocco delle vendite allo scoperto può creare un ostacolo tecnico all'ulteriore discesa delle quotazioni, ma la banca è da tempo una public company e per assicurare gli investitori è necessario che venga fatta al più presto chiarezza sulla linea d'azione che verrà seguita nelle prossime settimane".

** Si girano in negativo anche gli altri bancari: BANCO POPOLARE arretra del 5% circa debole dopo lo scivolone di ieri a seguito di un report di Morgan Stanley.. La promessa sposa POP MILANO perde lo 0,8%. Giù anche CREVAL (-1,97%) dopo il divieto Consob di vendite allo scoperto. Piatta UNICREDIT, mentre INTESA SP guadagna l'2,2%.

** YOOX-NET-A-PORTER sugli scudi anche oggi con un +5,5% l'indomani del 'capital market day' e del nuovo piano al 2020 e dopo rassicurazioni sull'impatto della svalutazione della sterlina.

* Passa in rosso anche TELECOM ITALIA (-1,8%) dopo il crollo di ieri a seguito dell'annuncio di Xavier Niel di non voler entrare nel capitale e di realizzare il quarto operatore mobile in Italia. Oggi divieto di vendite allo scoperto anche per questo titolo.

** Bene SAIPEM in crescita del 3% dopo l'annuncio di contratti per oltre 1,5 miliardi di euro, di cui il più importante nel campo giant egiziano di Zohr scoperto da Eni lo scorso agosto. "Il contratto era atteso, ma è comunque importante e per questo il mercato sta apprezzando. Il controvalore per Saipem dovrebbe essere di oltre un miliardo", sottolinea un analista di una banca d'affari italiana.

** Ben raccolte MEDIASET (+2,2%) e i titoli dell'energia legati al petrolio grazie alla ripresa delle quotazioni del greggio oggi. ENI sale dello 0,35%, mentre TENERIS guadagna l'1,3%.

** Fra i minori svetta PININFARINA in crescita del 7,34%.   Continua...