Mps, Movimento 5 Stelle chiede dimissioni vertici

martedì 5 luglio 2016 16:18
 

ROMA, 5 luglio (Reuters) - Il Movimento Cinque Stelle ha chiesto oggi le dimissioni dei vertici del Monte dei Paschi di Siena, per dare un "segnale immediato agli investitori" ed evitare il fallimento.

Il titolo dell'istituto senese, da tempo in difficoltà, risente in particolare da ieri della richiesta della Bce di ridurre le sofferenze bancarie nette del 40% entro il 2018.

Si tratta di uno sforzo più che doppio rispetto ai 5 miliardi di euro di dismissioni previste nel piano della banca entro lo stesso anno, e gli investitori sono preoccupati della tenuta del capitale.

"E' evidente che anche sull'istituto senese le favole di Renzi stanno cominciando a scontrarsi con la realtà", dice il M5s in una nota. "Era il 21 gennaio 2016 quando il premier dichiarava... che Mps era una banca risanata, con un bel brand e pronta ad accogliere nuovi partner".

"Nel giro di sei mesi da quelle dichiarazioni Mps ha perso più del 70% del suo valore azionario, con un tracollo del 13,99% nella sola giornata di ieri".

Oggi il titolo di Mps è stato sospeso per due volte. Prima della seconda sospensione, perdeva l'11,55%.

"Il board si dimetta, e il Governo la finisca di vantare vittorie che tali non sono", conclude la nota.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...