Rcs, Cimbri non risponde su domanda possibile rilancio Opa

giovedì 23 giugno 2016 17:52
 

MILANO, 23 giugno (Reuters) - Il presidente di UnipolSai Carlo Cimbri preferisce non rispondere a chi gli chiedeva se domani la cordata di cui fa parte con InvestIndustrial e altri soci Rcs annuncerà un rilancio sul prezzo dell'Opa sul gruppo editoriale.

"Non lo so. Bisogna avere pazienza", ha detto a margine della presentazione del bilancio di sostenibilità 2015 di Unipol.

Domani scade il termine per un rilancio dell'Opa dopo che Urbano Cairo ha rivisto al rialzo, venerdì scorso, il concambio della sua offerta, equiparando di fatto la sua proposta a quella di Andrea Bonomi e dei soci storici di Rcs Diego Della Valle, Mediobanca, UnipolSai e Pirelli. Intesa Sanpaolo è schierata invece con Cairo.

UnipolSai, titolare del 4,59% di Rcs, ha deciso di partecipare all'operazione "per tutelare l'investimento", ha aggiunto Cimbri, spiegando che l'esito del referendum Brexit non ha correlazione con la decisione su un eventuale rilancio. Oggi Cimbri ha incontrato l'AD di Mediobanca Alberto Nagel sul tema Rcs ma non ha voluto dare dettagli sui contenuti dell'incontro.

"Ero da solo", si è limitato a dire a chi gli chiedeva se fossero presenti anche gli altri partecipanti all'Opa.

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia