Snam lavora a rifinanziamento fino a 4 mld in spin-off Italgas - fonti

mercoledì 15 giugno 2016 16:14
 

di Giancarlo Navach e Stephen Jewkes e Pamela Barbaglia

MILANO, 15 giugno (Reuters) - Snam punta a deconsolidare l'attività di distribuzione del gas, togliendo dal bilancio 4 miliardi di euro circa di debito e a focalizzarsi sulla realizzazione di una rete europea, secondo alcune fonti vicine alla vicenda.

Nell'ambito di un rifinanziamento da realizzare con una dozzina di banche, il debito finirà alla controllata Italgas, che sarà scorporata distribuendo azioni ai soci di Snam e attraverso la quotazione, dicono sei fonti vicine alla vicenda.

Tre fonti dicono che circa 12 banche, incluse Mediobanca, UniCredit e Banca Imi, lavoreranno al pacchetto di rifinanziamento da 3,5-4,0 miliardi, che vedrà il trasferimento di 2 miliardi di debito da Snam alla controllata Italgas che andranno ad aggiungersi agli 1,9 miliardi di debito già in capo a Italgas.

Il rifinanziamento è atteso entro l'estate, la quotazione di Italgas verso fine anno, dicono le fonti.

Snam è controllata dalla Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), attraverso una società veicolo che include State Grid Corporation of China.

Quattro fonti hanno detto che Snam manterrà una quota di minoranza in Italgas fino al 15%. Secondo una delle fonti la partecipazione potrebbe essere del 10%.

Un banker dice che la società potrebbe costituire un patto con Cdp per una salda presa su Italgas quando sarà sul mercato.

Goldman Sachs sta assistendo Snam sulle varie opzioni, secondo le fonti. La struttura dell'operazione di deconsolidamento è ancora in discussione e alcuni dettagli potrebbero essere modificati.   Continua...