WALL STREET - Stocks to watch del 14 giugno

martedì 14 giugno 2016 14:07
 

14 giugno (Reuters) - I futures sull'azionario Usa sono negativi, segnalando un avvio cedente a Wall Street in quella che potrebbe essere la quarta seduta consecutiva in ribasso in un mercato che resta estremamente cauto in vista della riunione della Fed e dell'imminente referendum sulla Brexit.

Oggi si apre il meeting del Fomc che, secondo le attese, si chiuderà domani sera con un nulla di fatto sui tassi mentre, per adesso, il mercato sconta probabilità ridotte anche per l'ipotesi di un intervento il mese prossimo. Gli investitori si aspettano che i toni di Janet Yellen restino estremamente 'dovish', specie alla luce degli ultimi deludenti dati sull'occupazione in maggio, che hanno gelato le prospettive di un nuovo passo restrittivo nell'immediato.

Sulle borse continuano intanto a tenere banco in negativo le tensioni sul voto in Gran Bretagna, acuite dagli ultimi sondaggi che vedono in vantaggio i favorevoli all'uscita dall'Ue e che trascinano al ribasso anche le quotazioni del greggio.

Sul restante fronte macro l'agenda Usa odierna vede i dati sulle vendite al dettaglio per il mese di maggio e i prezzi import-export per lo stesso mese. In arrivo nel pomeriggio anche l'aggiornamento sulle scorte per l'industria relative ad aprile. Intorno alle 14,00 italiane il futures Dow Jones e-minis cede lo 0,23%, quello S&P 500 lo 0,3% così come il derivato sul Nasdaq.

Sull'obbligazionario i Treasuries decennali salgono di 8/32 con un rendimento dell'1,587%, i trentennali guadagnano 22/32 e rendono il 2,40%.

I titoli in evidenza oggi:

** NPX SEMICONDUCTORS ha annunciato che venderà le attività relative ai prodotti standard a una cordata di investitori finanziari formata dalla cinese Jianaguang Asset Management e dal private equity Wise Road Capital Management per circa 2,75 miliardi di dollari.

** BAIDU, il principale motore di ricerca in lingua cinese, ha rivisto ieri sera al ribasso le stime sui ricavi per il secondo trimestre, spiegando che alcuni controlli da parte delle autorità di regolamentazione sulla pubblicità nel campo della salute hanno danneggiato le entrate pubblicitarie. Sulla scia della notizia il titolo ha perso il 6% negli scambi afterhours ieri.   Continua...