BORSE EUROPA deboli a metà seduta, pesa comparto banche

mercoledì 8 giugno 2016 11:52
 

INDICI                   ORE 11,30   VAR %    CHIUS. 2015
 EUROSTOXX50                  3025,26     -0,51    3267,52
                                                   
 FTSEUROFIRST300              1354,27     -0,44    1437,53
 STOXX BANCHE                 147,25      -0,94    182,63
 STOXX OIL&GAS                281,46      0,11     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI          246,38      -0,61    285,56
 STOXX AUTO                   485,57      -0,37    565,06
 STOXX TLC                    320,44      -0,48    347,10
 STOXX TECH                   329,1       -0,79    355,86
 
    LONDRA, 8 giugno (Reuters)- L'azionario europeo perde
terreno a metà seduta, dopo due sessioni in rialzo, con il
comparto bancario in sofferenza colpito dal ribasso della banca
austriaca Erste.
    ** Ad appesantire il mood degli investitori, anche dati
deboli sul fronte macro cinese e la decisione della Banca
mondiale di abbassare le stime sulla crescita globale nel 2016.
  
    ** "I numeri sull'export cinese sono stati poco
soddisfacenti, e la decisione della Banca mondiale un altro
motivo di essere piuttosto cauti sul mercato", commenta Richard
Griffiths, direttore di Berkeley Futures'.
    ** Alle 11,30 italiane il paneuropeo FTSEurofirst 300
 segna -0,44%.
    ** Tra le piazze nazionali, alla stessa ora il  britannico
FTSE 100 è piatto, il Dax tedesco segna -0,54%,
mentre il francese CAC 40 -0,41.
    ** La borsa greca è in marginale rialzo dopo aver
raggiunto questa mattina il massimo dell'anno sulla notizia
secondo cui il governo tedesco darebbe pronto a raccomandare
all'ESM (European Stability Mechanism) il rilascio della
prossima tranche di aiuti ad Atene. 
    ** Erste perde il 3%, dopo che la compagnia assicurativa
Uniqa ha fatto sapere ieri che venderà circa 17,4 milioni di
azioni della banca austriaca. 
    ** Anche Ingenico cede quasi il 5%, impattata dal
ribasso della rivale VeriFone che ha annunciato utili
minori delle attese. 
    
    
Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia