RPT-Eni, governo Nigeria parlerà con militanti - ministro petrolio

martedì 7 giugno 2016 15:05
 

(precisa in secondo paragrafo che presidente si trova in Gran Bretagna)

ABUJA, 7 giugno (Reuters) - La Nigeria parlerà con il gruppo di militanti 'avengers' del delta del Niger responsabile di una serie di attacchi alle infrastrutture energetiche di major come Eni che hanno ridotto la produzione locale di greggio ai minimi di 20 anni.

Lo ha detto il ministro nigeriano del petrolio.

Il presidente Muhammadu Buhari, che si trova in Gran Bretagna per cure mediche, ha nominato una squadra capeggiata dal consulente per la sicurezza nazionale "per avviare il processo di un dialogo molto intenso con quanti coinvolti", ha detto ieri in tarda serata il ministro del petrolio Emmanuel Ibe Kachikwu mentre

Non c'è stata nell'immediato alcuna risposta da parte del gruppo di militanti che in passato ha diffuso comunicati attraverso il proprio account Twitter.

Kachikwu ha anche detto che la produzione di petrolio del Paese è attualmente fra 1,5 e 1,6 milioni di barili giornalieri rispetto ai 2,2 milioni di inizio anno.

"Negli ultimi due mesi abbiamo probabilmente perso circa 600.000 barili a causa dei diversi attacchi dei militanti nell'area", ha detto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia