BORSA MILANO gira in negativo con Europa su Bce e nulla di fatto Opec

giovedì 2 giugno 2016 16:01
 

MILANO, 2 giugno (Reuters) - Piazza Affari perde terreno e gira in negativo, in linea con le altre borse europee, durante la conferenza stampa del presidente delle Bce Mario Draghi al termine del consiglio di politica monetaria e dopo il nulla di fatto sulla politica di produzione petrolifera alla fine della riunione dell'Opec.

** Alle 15,50 circa l'indice milanese FTSE Mib cede 0,1%, a fonte di un andamento piatto del benchmark europeo FTSEurofirst 300.

** Sulla riunione della Bce, come una nota di rilievo di un meeting che ha largamene rispettato le attese sulla politca monetaria alcuni trader citano una lieve delusione relativa alla revisione della stima dell'inflazione per quest'anno, che passa a 0,2% da 0,1% lasciando invariate le proiezioni per il 2017 e il 2018.

** Sul fronte Opec, il cartello che raggruppa i principali paesi produttori di greggio non è riuscito a trovare un accordo nel mettere un tetto alla produzione, secondo quanto ha riferito un delegato Opec a Reuters, deprimendo le quotazioni petrolifere.

** L'indice Stoxx Oil perde lo 0,6%. Sul listino milanese SNAM perde l'1% e ENI lo 0,15%.

** Si indeboliscono anche i bancari sebbene alcuni titoli come BPER e MPS, tra i migliori del FTSE Mib, si mantengano in positivo, ma sotto i massimi, con rialzi rispettivamente del 2,4% e dell'1,5%. L'indice di settore italiano cede lo 0,8%, quello europeo lo 0,36%.

** Tra i finanziari ANIMA, dopo un passaggio in asta di volatilità, perde il 4,5% circa. Il titolo si era indebolito a fine mattinata sulla notizia dell'uscita dall'indice FTSE Mib.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia (Redazione Milano)