Metroweb, Telecom Italia, Cdp e F2i puntano ad accordo in prossime settimane - fonti

venerdì 4 marzo 2016 20:12
 

MILANO, 4 marzo (Reuters) - Telecom Italia ha detto che intende accelerare sull'accordo con Metroweb Italia, controllata da Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) e dal fondo F2i, per la banda ultralarga e quindi le parti attendono un accordo nelle prossime settimane.

Lo dicono due fonti vicine alla vicenda, dopo l'incontro di oggi a Milano tra il presidente della Cassa, Claudio Costamagna, l'AD di F2i, Renato Ravanelli, quello di telecom Italia, Marco Patuano (collegato in teleconferenza da Roma) e quello di Metroweb, Alberto Trondoli.

Le parti intendono costituire una newco controllata da Metroweb Italia - partecipata da Cassa attraverso il Fondo Strategico e da F2i - e da Telecom Italia che avrà il compito di investire per la rete a banda ultralarga con tecnologia Ftth (fiber to the home).

Una fonte dice che Patuano era deciso e intende accelerare sulla questione, segnale che ha avuto un via libera in questo senso dall'azionista francese Vivendi.

Nei giorni scorsi Patuano è stato a Parigi per incontrare i dirigenti del gruppo che controlla Telecom.

Le fonti escludono che nella newco venga conferita la rete di Telecom Italia e dicono che i conferimenti saranno solo in denaro, cioè i finanziamenti necessari per creare la rete.

F2I intende rimanere socio di Metroweb e non ha parlato di cedere la sua partecipazione.

Il piano, già presentato all'autorità, prevede di cablare 250 città.

Telecom Italia, Cdp, F2i e Metroweb non hanno voluto commentare.   Continua...