BUZZ BORSA-Luxottica in forte ribasso dopo conti, occhi puntati su Investor Day

mercoledì 2 marzo 2016 11:05
 

** Luxottica in deciso calo a Piazza Affari dopo i risultati annunciati ieri, secondo diversi analisti sotto le attese, in un mercato attento all'Investor Day in corso per valutare i dettagli del piano e le indicazioni sulla governance.

** Poco prima delle 11,00 il titolo perde il 3,6% a 51,80 euro, peggiore performance del FTSE Mib che guadagna mezzo punto percentuale. Gli scambi sono vivaci, con 1,45 milioni di titoli trattati, sopra la media giornaliera di circa un milione.

** Secondo alcuni analisti i risultati operativi sono sotto le attese mentre le indicazioni fornite dalla società sulle guidance portano a ridurre le precedenti stime. Anche il dividendo è sotto le previsioni degli analisti.

** Jp Morgan parla di risultati nel complesso deludenti e di continua incertezza sulla governance. Su quest'ultimo tema Banca Akros dice che la questione "sembra essere risolta (con la nomina di un nuovo membro esecutivo nel board) ma solamente dopo un primo periodo di assestamento può essere considerato fuori dalla zona di rischio zero".

** Ieri a mercati chiusi il gruppo di occhialeria ha diffuso i conti del 2015 chiusi con un utile operativo adjusted in crescita del 22,5% a 1,4 miliardi e un utile netto adjusted in progresso del 24,2% a 854 milioni, il 9,5% del fatturato. Il dividendo proposto è di 0,89 euro per azione, in crescita del 24% rispetto al dividendo ordinario pagato lo scorso anno, quando agli 0,72 euro ordinari se ne aggiunsero altrettanti come cedola straordinaria.

** Per il triennio 2016-2018 il gruppo promette ricavi in crescita mid-to-high singl digit' e un aumento di Ebit e utile almeno 1,5 volte il fatturato. La 'rule of thumb' rispettata negli ultimi sei anni, 2015 compreso, voleva una crescita degli utili doppia rispetto a quella dei ricavi.

** In tema di governance, Francesco Milleri, da tempo vicino al fondatore Leonardo Del Vecchio che un mese fa ha assunto le deleghe esecutive dopo l'uscita dell'AD, è entrato nel Cda ma non è il nuovo amministratore delegato. Del Vecchio ha detto stamani che tornerà tra qualche anno a fare il presidente non esecutivo, lasciando l'azienda nelle mani di manager cresciuti all'interno del gruppo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia