Banche salvate, Tar non decide sospensiva, rinvia merito a 18/4

martedì 1 marzo 2016 10:39
 

ROMA, 1 marzo (Reuters) - Il Tar del Lazio ha scelto di non discutere la richiesta di sospensiva presentata dal Codacons contro il decreto del governo con cui sono state salvate di Banca Marche, Banca Etruria PEL.MI, CariFe e CariChieti.

Lo ha deciso la seconda sezione, che ha preferito non discutere la richiesta di sospensiva ma "di rinviare decisione in una udienza di merito a brevissimo fissata per il 18 aprile".

L'esposto è stato presentato in gennaio dall'associazione di consumatori per conto di 250 risparmiatori con l'intenzione di far dichiarare illegittimo dalla Corte Costituzionale il provvedimento del governo.

L'esecutivo Renzi con un decreto ha garantito la sopravvivenza delle quattro banche creando altrettante nuove entità in cui ha fatto confluire la parte sana delle loro attività.

In linea con le nuove regole europee, l'operazione ha comportato l'azzeramento di tutte le azioni e dei 788 milioni in obbligazioni subordinate emesse dagli istituti.

(Valentina Consiglio)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia