Vard (Fincantieri), in rosso nel 2015, vede ricavi ancora in calo in 2016

lunedì 29 febbraio 2016 08:55
 

MILANO, 29 febbraio (Reuters) - Vard Holding, controllata al 55,63% da Fincantieri ha chiuso il 2015 con una perdita di 1,29 miliardi di corone norvegesi da un utile di 50 milioni dello stesso periodo del 2014.

La società norvegese attiva nella costruzione di mezzi di supporto alle attività di estrazione e produzione di petrolio e gas naturale quotata a Singapore, ha visto i ricavi scendere del 14% a 11,14 miliardi principalmente a causa della ridotta attività di alcuni cantieri navali del gruppo in Europa che risentono del calo degli ordinativi.

Per l'anno in corso si aspetta un ulteriore calo dei ricavi a 8-9 miliardi.

L'Ebitda prima dei costi di ristrutturazione è negativo per 321 milioni da un risultato positivo di 429 milioni dell'anno scorso.

A livello operativo, dopo costi di ristrutturazione per 77 milioni, il gruppo registra una perdita nell'anno di 633 milioni da un utile di 240 milioni.

Con il nuovo piano strategico Vard stima un recupero dei ricavi a 12-13 miliardi entro il 2020 anche sulle attese di una ripresa del mercato offshore dal 2018.

Il margine Ebitda dovrebbe tornare positivo nel 2016 anche se nel breve termine risentirà dei costi di ristrutturazione e di ingresso in nuovi segmenti di mercato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia