BORSE EUROPA ai massimi da tre settimane

venerdì 26 febbraio 2016 10:59
 

ROMA, 26 febbraio (Reuters) - 
 INDICI                           ORE 10,54   VAR %    CHIUS 2015
 EUROSTOXX50                      2944,06     2,32     3267,52
 FTSEUROFIRST300                  1310,01     1,98     1437,53
 STOXX BANCHE                     145,58      2,11     182,63
 STOXX OIL&GAS                    256,9       3,71     262,31
 STOXX ASSICURAZIONI              240,18      1,67     285,56
 STOXX AUTO                       466,12      3,44     565,06
 STOXX TLC                        323,64      0,62     347,10
 STOXX TECH                       327,49      1,71     355,86
                
Il mercato azionario europeo estende oggi il rally già registrato ieri e tocca i
massimi da tre settimane, sulla scorta delle performance positive di Wall Street
e delle borse asiatiche, grazie al rialzo dei prezzi dei metalli e alcuni
risultati aziendali incoraggianti.
    L'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 guadagna quasi il 2%, anche se
resta in ogni caso inferiore di alcuni punti percentuali rispetto a inizio 2016,
con il mercato che continua a nutrire timori sul rallentamento dell'economia a
livello globale.
    L'indice del comparto europeo delle risorse di base segna +4,75%,
grazie in particolare al rialzo di rame e alluminio. Beneficiano del rialzo in
particolare Glencore, BHP Billiton and Rio Tinto. 
    Londra è in rialzo dell'1,4%, Francoforte del 2,5%, Parigi del 2,2,
Madrid dell'1,8%.
    Tra gli altri titoli da segnalare:
    **Royal Bank of Scotland perde quasi il 9%, dopo aver annunciato
l'ottava perdita annua consecutiva, per 1,97 miliardi di sterline (anche se la
perdita è del 43% inferiore a quella dell'anno precedente);
    **La spagnola Telefonica perde oltre il 2%, dopo aver registrato
una perdita annua dei profitti core del 17,2%, a causa di un carico una-tantum
da 3,5 miliardi di euro, mancando le previsioni degli analisti;
    **La tedesca Basf, la più grande azienda chimica mondiale per
vendite, ha avvertito gli investitori che l'utile operativo calerà quest'anno a
causa dei prezzi petroliferi e della debole domanda cinese sui prodotti chimici.
Il titolo comunque cresce del 3,7%;
    **In aumento anche Volkswagen, di oltre il 5,4%, dopo che ieri
sono stati resi noti i progressi nel negoziato in Usa col dipartimento di
Giustizia, l'Agenzia per la protezione dell'ambiente e la California sulla
questione delle emissioni dei diesel.
    **La francese Europcar cresce di oltre il 9%, dopo aver annunciato che che
continua a seguire la earning guidance decisa ai tempi dell'Ipo e che dal 2017
punta a pagare un dividendo con una payout ratio del 30%.
    
    
    Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia