Wall Street - Stocks to watch del 24 febbraio

mercoledì 24 febbraio 2016 14:11
 

24 febbraio (Reuters) - I futures sugli indici di Wall
Street sono in ribasso sulla scia del calo del prezzo del
greggio dopo che l'Arabia Saudita ha escluso un taglio alla
produzione.
    A pesare sulle quotazioni petrolifere sono anche gli ultimi
dati Usa che indicano un ulteriore incremento delle scorte.
    In ribasso oggi tutte le borse mondiali mentre la crescita
della domanda verso asset ritenuti come un porto sicuro stanno
spingendo al rialzo i prezzi dell'oro e del dollaro.
    L'agenda macro odierna include i dati sulle vendite di nuove
case a gennaio ma gli investitori analizzeranno con attenzione
anche gli interventi di alcuni rappresentanti della Fed per
scorgere segnali sulla visione dello stato dell'economia Usa da
parte della banca centrale in vista del meeting del mese
prossimo. 
    Attorno alle 14,00 italiane, il futures e-minis su S&P 500
 cede lo 0,87%, quello sul Nasdaq l'1,24% e quello
sul Dow Jones lo 0,87%.    
    Il mercato obbligazionario è in calo: il benchmark decennale
 guadagna 12/32 e rende l'1,703%.
               
    Tra i titoli in evidenza oggi:
   ** Lowe's, la seconda catena al mondo nel bricolage,
ha annunciato un incremento delle vendite trimestrali migliori
del previsto grazie alla ripresa del mercato immobiliare negli
Stati Uniti e ha previsto per il 2016 vendite superiori alle
stime. Il titolo è tuttavia in ribasso del 2,8% negli scambi del
preborsa.
    
    ** Jp Morgan cede oltre l'1% nel preborsa dopo che
ieri ha detto che effettuerà ulteriori accantonamenti per mezzo
miliardo di dollari, per coprire eventuali crediti problematici
di società petrolifere e del gas, e che i ricavi nell'investment
banking sono in calo. Almeno tre case di brokeraggio hanno
tagliato i target price sul titolo.
    
   ** Il produttore di gas naturale Chesapeake Energy 
prevede minori investimenti nel 2016 e ha annunciato che venderà
ulteriori asset per 500 milioni-1 miliardo di dollari.
    
   ** Johnson & Johnson è stata condannata dai giudici
della corte statale del Missouri a pagare 72 milioni di dollari
per i danni provocati alla famiglia di una donna la cui morte
per cancro ovarico era stata collegata all'utilizzo per decenni
di due prodotti a base di talco, Baby Bowder e Showe to Shower.
    
    
      
 Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia