Rcs, ricavi 2015 in calo del 3%, indebitamento netto a 487 mln

lunedì 22 febbraio 2016 19:48
 

MILANO, 22 febbraio (Reuters) - Rcs chiude il 2015 con ricavi consolidati in calo del 3% a 1,032 miliardi (a perimetro omogeneo) e con un Ebitda ante poste straordinarie in miglioramento del 18,3% a 71,8 milioni, pari al 7% del fatturato.

L'indebitamento finanziario netto, secondo i dati preliminari approvati dal Cda, è pari a 487 milioni contro i 482,5 milioni di fine 2014 e i 500 milioni al 30 settembre 2015. Il flusso di cassa della gestione tipica migliora di circa 32 milioni.

In calo del 3,1% i ricavi pubblicitari a 475 milioni (-1,2% nel quarto trimestre).

L'Ebitda dopo le poste straordinarie scende a 16,4 milioni da 27,9. Le efficienze nette del 2015 risultano pari a 40 milioni.

Per il 2016 confermati gli obiettivi del primo anno di piano annunciati lo scorso dicembre: ricavi stabili sul 2015, efficienze nette per 40/45 milioni, margine Ebitda ante oneri non ricorrenti al 10%, risultato netto leggermente positivo e net cash flow a break even; riduzione del ratio Debito/Ebitda a circa 4 volte.

Comfermati anche i tempi sulle trattative con le banche sul debito, che dovrebbero portare a un accordo entro fine marzo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

  Continua...