BORSE ASIA-PACIFICO positive, più appetito rischio dopo Fed, dollaro giù

giovedì 17 marzo 2016 08:38
 

INDICE                        ORE  8,20    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                        409,97     2,08       411,31
 TOKYO                         16.936,38    -0,22    19.033,71
 HONG KONG                     20.446,97     0,93    21.914,40
 SINGAPORE                      2.869,30     0,88     2.882,73
 TAIWAN                         8.734,54     0,41     8.114,26
 SEUL                           1.987,99     0,66     1.800,75
 SHANGHAI COMP                  2.905,54     1,22     2.850,71
 SYDNEY                         5.168,15     0,96     5.295,86
 MUMBAI                        24.829,38     0,60    26.117,54
 
    17 marzo (Reuters) - L'azionario dell'Asia-Pacifico viaggia in territorio
positivo grazie al rinnovato appetito per il rischio dopo che Federal Reserve ha
ridotto il numero di aumenti dei tassi di interesse attesi quest'anno, mentre il
dollaro scambia sui minimi da un mese.
    Con la decisione della banca centrale Usa, la prospettiva che una maggiore
quantità di denaro continui a fluire su commodities ed equities premia il
greggio e l'azionario dei mercati emergenti.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,20 guadagna
il 2,08% a 409,97 punti. L'indice Nikkei ha invece chiuso la seduta in
calo dello 0,22%.
    "Rimuovere il rischio tassi di interesse dal vicino orizzonte è stato
sufficiente a fare tornare il denaro sugli asset rischiosi, ma l'aumento dei
prezzi dell'oro e il deprezzamento del dollaro indicano che la quantificazione
del livello di rischio varia ancora fortemente", ha commentato Martin King,
co-managing director di Tyton Capital Advisors.
    I timori per la crescita globale, in particolare sul fronte cinese, hanno
scosso i mercati nei primi mesi dell'anno, e ciò sembra aver influenzato la
decisione della Fed.    
    ** SHANGHAI ha guadagnato oltre l'1%, guidata dal settore tech che
ha controbilanciato la debolezza dei titoli finanziari: l'indice tecnologico
ChiNext è salito del 5,3%. 
    ** In rialzo anche HONG KONG. Prada sale dell'1,7% circa.
    ** MUMBAI in territorio positivo, aiutata dai minerari. Vedanta
, NMDC, Jindal Steel e Tata Steel salgono
tra lo 0,7% e il 3,7%.    
    ** SINGAPORE è ai massimi dallo scorso 4 gennaio, dopo la notizia che
l'export è salito a sorpresa a febbraio.
    ** Chiusura in territorio positivo per SEUL e TAIWAN.
    ** SYDNEY termina in rialzo dell'1% grazie al rally di minerari ed
energetici, settori che hanno guadagnato rispettivamente il 2,3% e il 2,75%.
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news
anche su www.twitter.com/reuters_italia