Mondadori rinuncia a Bompiani, Marsilio per avere ok Antitrust a Rcs Libri-fonti

lunedì 22 febbraio 2016 14:48
 

ROMA, 22 febbraio (Reuters) - Per guadagnarsi il via libera dell'Antitrust all'acquisto di Rcs Libri, Mondadori ha dovuto presentare degli impegni che prevedono la cessione di Bompiani e Marsilio, case editrici controllate da Rcs che rientravano nel pacchetto acquisito dal gruppo di Segrate.

Lo riferisce una fonte dell'Autorità garante per la concorrenza e il mercato che ha chiesto di rimanere anonima e lo conferma una seconda fonte vicina alla situazione.

"Mondadori ha presentato degli impegni che prevedono, fra le altre cose, la cessione di Bompiani e Marsilio per ottenere il via libera all'acquisizione di Rcs Libri", ha detto la fonte.

La scelta che Mondadori ha dovuto suo malgrado presentare potrebbe sbloccare l'iter autorizzativo dell'operazione.

L'istruttoria dovrebbe chiudersi a metà di questa settimana quando è prevista, salvo rinvii sempre possibili specie in caso di presentazioni di impegni, l'audizione finale. Poi la palla passerà al collegio che deve prendere autonomamente la propria decisione. Su questa deve esprimersi con un parere anche l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

Attualmente, dopo le dimissioni del commissario Salvatore Rebecchini, il collegio è composto dal presidente Giovanni Pitruzzella e da Gabriella Muscolo. In caso di pareggio il voto del presidente vale doppio.

Lo scorso ottobre Mondadori e Rcs hanno firmato, dopo lunghe trattative, l'accordo di compravendita di Rcs Libri per 127,5 milioni con il quale il gruppo di Segrate raggiungerebbe una quota di mercato intorno al 35% nel trade e al 25% nella scolastica. Nell'accordo i rischi antitrust sono tutti in capo a Mondadori.

Nessun commento dalle parti coinvolte.

(Alberto Sisto, Claudia Cristoferi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia