BUZZ BORSA -Saipem in netto calo, si allontana da prezzo aumento, nodo inoptato

venerdì 19 febbraio 2016 12:17
 

(Reuters) - **Saipem scivola in Borsa oggi, allontanandosi sempre di più dal prezzo di esercizio di 0,362 euro per azione dei 53,6 milioni di diritti inoptati legati all'aumento di capitale da 3,5 miliardi, nell'ultimo giorno per esercitarli da parte di chi li ha comprati in asta a inizio settimana.

**Intorno alle 12,00 il titolo cede il 4,28% a 0,3315 euro con oltre 50 milioni di pezzi scambiati da una media a 30 giorni di 72 milioni.

Ieri era arrivato a un passo dal prezzo di sottoscrizione per poi retrocedere. Secondo un analista, "a partire da quella soglia c'è troppa lettera potenziale e questo impedisce al titolo di andare oltre. Sul mercato doveva succedere un evento eccezionale, come un rimbalzo del petrolio più duraturo e con basi più solide, tale da fare salire tutta la Borsa e quindi anche Saipem, ma questo non è successo".

Un altro sostiene che "chi ha comprato i diritti nell'asta spendendo poche migliaia di euro o ci crede veramente nella società e quindi punta a una quota duratura e questo può farlo solo comprando in aumento di capitale non certo sul mercato, oppure si è trattata di una scommessa che non sembra essere riuscita".

** L'inoptato è stato pari al 12,2% del totale delle azioni offerte per un controvalore di 427 milioni di euro ed è stato tutto acquistato nelle prime due sedute di asta. Nel caso in cui non dovessero essere esercitati da chi li ha comprati nei giorni scorsi, dovranno intervenire le banche del consorzio di garanzia che diventeranno così azioniste della oil service. In serata si dovrebbe conoscere l'esito.

Secondo quanto riferisce a Reuters una fonte vicina al dossier ai global coordinator, Goldman Sachs International e J.P. Morgan, dovrebbe andare una quota intorno al 16% ciascuno dell'eventuale inoptato e fra i joint bookrunner, Banca IMI, Citigroup, Deutsche Bank, Mediobanca, UniCredit, il 12% a testa. Il resto suddivo fra Hsbc Bank plc, Bnp Paribas, Abn Amro Bank e Dnb Markets Co-Lead Managers dell'operazione. Rispetto all'enorme numero di azioni emesse, e di csui si compone il nuovo capitale di Saipem, si trattereberre comunque di quote al di sotto del 2%.

(Giancarlo Navach, Stephen Jewkes)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...