BUZZ BORSA -Saipem +7%, a un passo da prezzo aumento, domani scade esercizio diritti

giovedì 18 febbraio 2016 12:37
 

** Saipem è in forte rialzo in Borsa, grazie anche al rally del greggio, a un passo dal prezzo di esercizio di 0,362 euro per azione dei 53,6 milioni di diritti inoptati legati all'aumento di capitale da 3,5 miliardi, quando manca un giorno alla scadenza per esercitarli da parte di chi li ha comprati in asta.

** L'inoptato è stato pari al 12,2% del totale delle azioni offerte per un controvalore di 427 milioni di euro ed è stato tutto acquistato nelle prime due sedute di asta. Nel caso in cui non dovessero essere esercitati da chi li ha comprati nei giorni scorsi, dovranno intervenire le banche del consorzio di garanzia che diventeranno così azioniste della oil service.

** Intorno alle 12,35 il titolo guadagna il 7,08% a 0,3614 euro dopo avere raggiunto un massimo a 0,3615 euro. Imponenti i volumi pari a oltre 132 milioni di pezzi da una media a 30 giorni di 65,5 milioni.

** "Si vocifera che a comprare la gran parte dei diritti durante l'asta sia stato un unico investitore, un fondo, con un ordine pari all'8-9% del capitale, che potrebbe puntare a diventare un socio stabile. E' evidente che per esercitare i diritti, è conveniente che il prezzo di mercato superi quello di esercizio delle opzioni", sottolinea un analista di una banca d'affari italiana.

** C'è anche l'ipotesi più speculativa e cioè che, nell'eventualità di un superamento del prezzo di esercizio, chi ha preso i diritti li eserciti, rivendendo contestualmente le azioni ottenute in modo da realizzare un margine rispetto al prezzo di esercizio.

** Secondo un altro analista, "è improbabile che chi ha preso i diritti li eserciti tutti per diventare un azionista stabile, spendendo oltre 400 milioni. L'inoptato ci sarà comunque e le banche del consorzio dovranno farsene carico".

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia