PUNTO 1-Prada, vendite 2015 stabili a 3,55 miliardi, soffre in Cina

mercoledì 17 febbraio 2016 15:08
 

(Aggiunge dettagli da nota, commento analista)

MILANO, 17 febbraio (Reuters) - Prada chiude l'esercizio al 31 gennaio 2016 con ricavi netti per 3,545 miliardi di euro, appena sotto il fatturato dell'anno precedente pari a 3,552 miliardi.

Il dato, inferiore di circa l'1% al consensus secondo un primo commento a caldo di un analista, è stato supportato dalla crescita della rete retail che ha compensato il calo delle vendite del canale wholesale, in linea con i piani del gruppo di privilegiare la rete diretta.

I ricavi wholesale sono diminuiti di 88 milioni a 444 milioni, mentre la rete retail, giunta a 618 negozi diretti (DOS), ha raggiunto i 3,057 miliardi, con un incremento a tassi correnti di 76 milioni.

In crescita del 14% le royalties dei prodotti in licenza (occhiali e profumi) a 44 milioni.

A cambi costanti salgono del 5% le vendite in Europa e del 4% in Giappone; in calo del 9% i ricavi a cambi costanti negli Usa (+5% a cambi correnti), scendono del 5% in Medio Oriente.

La Cina resta "in una situazione congiunturale negativa anche se si può segnalare un ultimo trimestre in miglioramento"; "pertanto", dice la nota, il risultato complessivo dell'area Asia Pacific (escluso il Giappone) è in calo del 4% a cambi correnti e del 16% a cambi costanti.

Nei prossimi mesi il gruppo punterà su "nuove iniziative commerciali e di marketing a sostegno della crescita organica, anche mediante la realizzazione di un articolato progetto digitale" senza rinunciare a una "disciplinata gestione dei costi", con l'obiettivo di "consolidare la posizione sul mercato" e avere "margini e ritorni sugli investimenti soddisfacenti".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia