PUNTO 1-Saipem, conclusa asta diritti inoptati, titolo sempre sotto prezzo aumento

martedì 16 febbraio 2016 17:42
 

(Aggiorna con altri dettagli, chiusura titolo)

MILANO, 16 febbraio (Reuters) - Si è conclusa al secondo giorno l'asta dei diritti non esercitati nel corso dell'aumento di capitale di Saipem da 3,5 miliardi, pari al 12,2% del totale delle azioni offerte, per il tramite di Mediobanca .

Ieri sono stati ceduti 14,4 milioni di diritti, oggi 39,160 milioni circa, pari alla somma complessiva di 53,6 milioni, a un prezzo simbolico ieri di 0,0001 euro e oggi di 0,0002 euro, equivalente a 9.276 euro di controvalore.

I diritti inoptati comprati in questi due giorni potranno essere utilizzati per la sottoscrizione di 22 azioni ogni diritto inoptato, al prezzo di 0,362 euro per azione. I diritti devono essere esercitati entro e non oltre il 19 febbraio prossimo.

Oggi in Borsa Saipem ha guadagnato l'1,98% a 0,3090 euro, sotto del 14,6% rispetto al prezzo di esercizio a 0,362 euro. Pertanto, teoricamente, non ci sarebbe alcun interesse da parte di un investitore ad esercitarli perché, acquistandoili direttamente in Borsa, spenderebbe di meno.

"A questo punto, visto che l'asta è terminata, a breve si saprà chi sono i nuovi azionisti di Saipem e chi avrà sottoscritto l'aumento", osserva un analista.

L'aumento si è chiuso con l'87,8% delle opzioni sottoscritte, per un ammontare complessivo pari a 3,073 miliardi, ma è comunque garantito dal consorzio delle banche che si sono impegnate a sottoscrivere le azioni ordinarie Saipem eventualmente rimaste non sottoscritte all'esito dell'offerta dei diritti inoptati.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia