Tim Brasil, sindacato vede 800-1000 posti a rischio per ristrutturazione

giovedì 11 febbraio 2016 17:30
 

RIO DE JANEIRO, 11 febbraio (Reuters) - Il sindacato brasiliano stima 800-1000 posti di lavoro a rischio nell'ambito del piano di ristrutturazione di Tim Participacoes, gruppo Telecom Italia, in attesa dell'incontro con l'azienda previsto per martedì prossimo.

La società brasiliana ha annunciato un piano di taglio dei costi ad agosto 2015.

Tim, che prevede risparmi per un miliardo di reais in tre anni al 2018, ha confermato che ci sarebbero state riduzioni al personale nella conference call con gli analisti ad agosto.

I sindacati del settore hanno un incontro con la società martedì per discutere la ristrutturazione, ha detto Luis Antonio Souza, presidente della SinttelRio e segretario generale della Federazione nazionale dei lavoratori delle società di telecomunicazioni (Fenattel).

L'operatore controllato da Telecom Italia ha circa 13.600 dipendenti in Brasile.

"In realtà stanno facendo una ristrutturazione. La nostra stima è un possibile taglio di 800-1.000 persone provenienti da diversi settori, tecnici, amministrativi", ha detto Souza.

Ad agosto, l'AD Rodrigo Abreu, rispondendo nella call a una domanda su possibili tagli al personale, ha detto che "la strategia è evitare che importanti mosse di ristrutturazione del personale siano la priorità".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia