Ubi Banca, fondi "inorriditi" per risultato recesso - Massiah

giovedì 11 febbraio 2016 17:05
 

MILANO, 11 febbraio (Reuters) - La riduzione dell'ammontare disponibile al pagamento del diritto di recesso sulle azioni Ubi banca conseguente alla trasformazione in Spa "ha scatenato una reazione assolutamente inorridita da parte dei fondi che avevano espletato il recesso".

Lo ha detto l'AD Victor Massiah nel corso di una conference call con i giornalisti sui risultati del 2015, spiegando in parte il crollo del titolo di oggi.

Ricordando che la legge di riforma delle popolari consente alle banche di limitare il rimborso delle azioni in caso di recesso, Massiah ha spiegato che rispetto alla soglia minima di capitale determinato sulla base di alcuni parametri(CET1 dell'11,62%) lo spazio di manovra della banca, il cui CET1 a fine dicembre è sceso all'11,64%, si è ridotto rispetto alle ipotesi iniziali.

I due punti base di capitale primario che residuano equivalgono a circa 13 milioni circa, contro richieste complessive (al prezzo di recesso di 7,288 euro per azione) per circa 257,7 milioni. L'ammontare di 13 milioni disponibili verrà ripartito equamente tra tutti i richiedenti del diritto di recesso.

Massiah ha sottolineato che circa il 90% delle azioni per le quali è stato chiesto il recesso fanno riferimento a fondi specializzati che non investono normalmente nella banca "ma fondi che, alla luce della notizie, avevano deciso di fare dell'arbitraggio e quindi erano entrati poco prima dell'assemblea e pensavano di fare soldi facili con il recesso".

Successivamente "un po' per sfortuna" a causa dell'inattesa spesa per il Fondo di risoluzione delle quattro banche che ha impattato sul CET 1 e "un po' per avere sottovalutato" i tempi dell'operazione che richiede l'indisponibilita di titoli per diversi mesi, ora questi fondi si ritrovano ad avere titoli ad un valore di gran lunga più basso a causa dell'andamento del mercato rispetto a quanto acquistato con l'obiettivo di arbitraggi.

"Mi spiace molto per l'irritazione ma questi sono fondi specialistici, do per scontato che conoscano il loro mestiere. Evidentemente questa volta c'è stata una componente di sfortuna, ma non vedo perchè ci debba essere indignazione", conclude.

Il titolo Ubi alle 17 perde 11,5% a 2,99 euro, in parte seguendo l'andamento del settore bancario e anche perche gli analisti sono delusi per il calo dei ratio patrimoniali del gruppo.

  Continua...