Obama e Mattarella hanno discusso ruolo Italia per diga Mosul

lunedì 8 febbraio 2016 19:40
 

WASHINGTON, 8 febbraio (Reuters) - Barack Obama e Sergio Mattarella oggi hanno discusso del ruolo "importante" che l'Italia giocherà nella riparazione della diga di Mosul, nel corso di un incontro alla Casa Bianca.

A dicembre l'Italia ha deciso di schierare 450 militari in Iraq a protezione del personale impegnato nella riparazione della diga di Mosul, e la settimana scorsa il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha annunciato l'invio di altri 130 uomini per l'evacuazione e cura dei feriti. Nei prossimi mesi la presenza italiana nel Paese dunque raddoppierà, superando le mille unità.

La società di ingegneria italiana Trevi si è aggiudicata la gara per i lavori di messa in sicurezza della diga di Mosul.

I presidenti Obama e Mattarella hanno poi parlato degli sforzi comuni nella lotta contro l'Is in Libia, e della necessità di aiutare lo Stato nordafricano a formare un governo di unità nazionale.

"(Questo) ci consentirà di aiutarli a costruire le loro capacità sul piano della sicurezza e a respingere i tentativi dell'Isil di affermarsi in quel Paese", ha detto Obama ai giornalisti dopo avere ricevuto il presidente della Repubblica italiano nello Studio ovale.

Le forze dell'Is hanno attaccato le infrastrutture petrolifere della Libia e preso il controllo della città di Sirte, sfruttando il vuoto di potere nello Stato nordafricano.

Obama e Mattarella hanno inoltre discusso della crisi dei migranti con cui è alle prese l'Europa e della situazione in Siria.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia