Bce vede crescenti freni per economia a causa debolezza mercati emergenti

giovedì 4 febbraio 2016 11:01
 

FRANCOFORTE, 4 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea ha detto che la crescita economica globale è modesta e incostante mentre la ripresa della zona euro è frenata dal rallentamento dell'export in un contesto che fotografa una persistente debolezza delle economie emergenti.

Nel suo bollettino mensile, la Bce ha sottolineato che sebbene la crescita della zona euro proceda, almeno sulla base delle stime, le previsioni sull'inflazione potrebbero dover essere riviste al ribasso a causa del calo dei prezzi del greggio.

"Sulla base degli attuali prezzi dei futures sul greggio, ben al di sotto del livello visto qualche settimana fa, l'andamento dell'inflazione previsto per il 2016 è attualmente significativamente più basso rispetto alle stime dello scorso dicembre", si legge nel documento. "Sulla base delle attuali attese, i tassi di inflazione dovrebbero restare molto bassi o passare in negativo nei prossimi mesi e tornare a salire soltanto a fine 2016", si legge ancora.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia