DOSSIER-Netflix in Italia possibile concorrente Mediaset e Sky non prima 2017

giovedì 28 gennaio 2016 17:34
 

* Analisti stimano 500.000 abbonati fine anno, un milione in 2017

* Pesano offerta ridotta titoli, e limiti banda larga in Italia

di Massimiliano Di Giorgio e Giancarlo Navach

ROMA/MILANO, 28 gennaio (Reuters) - Il sito di video in streaming Netflix sembra avere avuto un debutto in sordina in Italia, mercato in cui è arrivato lo scorso ottobre, a causa dell'offerta ridotta di titoli e della penetrazione ancora limitata della banda larga, ma alla fine del 2017 potrebbe diventare un concorrente significativo per Sky e Mediaset.

Netflix, che a livello mondiale conta 74 milioni di abbonati in circa 190 paesi, dovrebbe aver toccato in Italia alla fine dello scorso anno 150.000 abbonati secondo le stime di Digital Tv Research e 100.000 per l'italiana It Media Consulting.

Per fare un confronto, in Francia, dove Netflix è stato lanciato nel settembre 2014, gli abbonati sarebbero arrivati a 900.000 a fine 2015, secondo una proiezione Npa.

Il gruppo americano ha annunciato il 19 gennaio di avere guadagnato 4,04 milioni di nuovi abbonati a livello internazionale ma non ha fornito dati disaggregati per Paese ad eccezione degli Stati Uniti.

Il servizio è sbarcato in Italia con ritardo rispetto ad altri grandi paesi europei, come Gran Bretagna, Germania e Francia, forse intimidito da un mercato nazionale televisivo dominato ancora dal cosiddetto "duopolio" della Rai e di Mediaset di Silvio Berlusconi sul digitale terrestre, e da Sky per il satellitare

Gli abbonati a pagamento di Mediaset a fine settembre erano 1,815 milioni, quelli di Sky Italia circa 4,6 milioni. Entrambe le società non hanno voluto fornire dati specifici sugli abbonati ai propri servizi in streaming, Infinity e Sky Online.   Continua...