BORSE ASIA-PACIFICO recuperano minimi 4 anni aiutate da Bce, petrolio

lunedì 25 gennaio 2016 08:12
 

INDICE                        ORE  7,45    VAR %    CHIUS. 2015
 ASIA-PAC.                     373,48       1,42     411,31
 TOKYO                         17.110,91    0,90     19.033,71
 HONG KONG                     19.368,58    1,51     21.914,40
 SINGAPORE                     2.601,69     0,95     2.882,73
 TAIWAN                        7.894,15     1,78     8.114,26
 SEUL                          1.893,43     0,74     1.800,75
 SHANGHAI COMP                 2.932,22     0,54     2.850,71
 SYDNEY                        5.006,56     1,84     5.295,86
 MUMBAI                        24.563,28    0,52     26.117,54
   
    Le borse dell'area Asia-Pacifico si stanno muovendo o hanno chiuso in 
deciso rialzo, in ripresa dai minimi di quattro anni sulla scorta delle parole
del presidente Bce Mario Draghi e del rimbalzo dei prezzi del petrolio.
      L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, sale dell' 1,4%
poco dopo le 8 ora italiana. L'indice Nikkei ha terminato la seduta a
+0,90%.  
    ** SHANGHAI ha chiuso +0,8% ma con volumi sottili, ai minimi di due
settimane, a sottolineare che la fiducia degli investitori resta fragile. Sui
mercati cinesi si percepiscono ancora le preoccupazioni per le sorti
dell'economia e la diffidenza per la politica dei cambi della banca centrale:
due fattori che lasciano cauti gli investitori.
    ** HONG KONG guadagna l'1,5% con Prada in netto rialzo
(+2,91%).
    ** Chiusura positiva per SEUL, che segue l'andamento delle borse
dell'area. Con lo 0,7% portato a casa oggi la borsa segna il suo massimo dal 15
gennaio.
    ** TAIWAN ha concluso la seduta con il segno più anche se gli
investitori esteri si sono presentati sul mercato come venditori per la
tredicesima seduta consecutiva. Hanno tonificato il mercato l'andamento
dell'area e il recupero dei prezzi del petrolio.
    ** SYDNEY ha chiuso in territorio positivo poco al di sotto l'1,8%
sostenuta dal rimbalzo dei prezzi del petrolio che ha beneficiato i titoli delle
aziende energetiche. La chiusura di oggi ha riportato l'indice nuovamente sopra
i 5.000 punti per la prima volta dal 7 gennaio.    
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su
www.twitter.com/reuters_italia