BORSA USA-Indici volatili dopo Draghi

giovedì 21 gennaio 2016 16:32
 

21 gennaio (Reuters) - Indici volatili oggi a Wall Street nella prima ora di seduta: dopo un'apertura al rialzo sulle parole del presidente della Bce Mario Draghi, che hanno alimentato le attese di ulteriori misure espansive, la borsa è scivolata in territorio negativo prima di tornare a guadagnare terreno.

** Intorno alle 16,30 Dow Jones +0,6% con Nike fra i titoli migliori; S&P 500 +0,5% e Nasdaq +0,4%.

** Ieri l'S&P 500 ha perso l'1,17%, segnando la chiusura peggiore da ottobre 2014. Il Dow Jones ha ceduto l'1,56%, mentre il Nasdaq, con un colpo di reni finale, ha contenuto il calo allo 0,12%.

** La Banca centrale europea ha confermato i tassi di interesse e Draghi ha detto che l'istituto di Francoforte "esaminerà e forse riconsidererà" la propria politica monetaria a marzo. Molti analisti non avevano previsto un taglio dei tassi prima di giugno.

** Le quotazioni del greggio hanno ridotto velocemente le perdite dopo i commenti di Draghi, con il Brent che è perfino passato in positivo prima di tornare in direzione dei minimi di dodici anni.

** Verizon sale di circa un punto percentuale dopo che l'operatore mobile ha annunciato un utile migliore delle attese.

** Crolla Union Pacific dopo che l'operatore ferroviario ha lanciato un allarme utili per il 2016.

** Sugli scudi il produttore di semiconduttori Xilinx che ha battuto le stime dei ricavi trimestrali.

** American Express, Starbucks e Schlumberger annunceranno i risultati dopo la chiusura.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia