Ue, Schengen essenziale per occupazione, valuta - Juncker

venerdì 15 gennaio 2016 11:03
 

BRUXELLES, 15 gennaio (Reuters) - Se mai dovesse collassare la cornice di Schengen, che permette la libera circolazione dei cittadini all'interno dell'Unione europea, questo si tradurrebbe in un aumento della disoccupazione e un simile scenario potrebbe rendere inutile l'esistenza stessa dell'unione monetaria.

Lo dice il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker.

"Schengen è una delle principali conquiste nel processo di integrazione a livello europeo. Senza questo schema, senza la libera circolazione dei cittadini Ue che lavorano o viaggiano, l'euro non avrebbe senso", commenta.

"Lo stesso vale per il rapporto tra Schengen e il meccanismo del mercato unico. Chi volesse eliminare Schengen metterebbe a rischio anche il mercato unico", aggiunge.

"Questo avrebbe ricadute sulla disoccupazione: meno Schengen vuol dire meno impiego e meno crescita".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia