BORSA MILANO in netto calo con Europa, scivola Fca, balzi Mps, Pop Milano

giovedì 14 gennaio 2016 11:42
 

MILANO, 14 gennaio (Reuters) - Piazza Affari si avvia a fine mattina con intonazione decisamente negativa, a riprova di una sostanziale avversione al rischio degli investitori sui persistenti timori di un rallentamento globale.

In mattinata si è registrato un sostanziale peggioramento dopo le indiscrezioni pubblicate da Reuters, secondo cui diversi esponenti della Bce sono scettici sulla necessità di ulteriori interventi di politica monetaria nel breve termine.

** Alle 11,40 l'indice FTSE Mib cede il 2,02%, l'Allshare il 2,06%. Cali vicini al 3% per Francoforte e Parigi, tiene meglio Londra (-1,82%). Volumi per circa 1,1 miliardi di euro.

** FIAT CHRYSLER (-5,72%) sopra i minimi della mattinata, ma resta negativa con il mercato che si interroga sulla portata delle accuse di due concessionari Usa in merito alla presunta falsificazione dei dati di vendita, di cui ha dato notizia Automotive News. Fca non commenta. Volumi già superiori alla media dell'ultimo mese sull'intera seduta.

** MPS (+2,70%) recupera una piccola parte delle perdite accumulate da inizio anno invertendo la rotta dopo che un portavoce Ue ha detto che Bruxelles è disponibile a collaborare sul tema bad bank con l'Italia, che ha presentato un nuovo piano informale.

** Tonica POP MILANO al centro di serrati corteggiamenti e candidata a essere protagonista della prima operazione M&A delle popolari post riforma. Piatta l'aspirante sposa BANCO POPOLARE, debole la contendente UBI BANCA .

** Vola RCS e va in asta di volatilità dopo aver segnato +7,29% con volumi leggermente sopra la media. Oggi Il Sole 24 Ore parla di colloqui con Discovery per un secondo canale in Spagna. "Qualsiasi accordo che porti un aumento degli utili del gruppo è positivo", commentano gli analisti di Mediobanca Securities nel daily odierno.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia   Continua...