Volkswagen, Tribunale Venezia non ammette class action Altroconsumo - nota

martedì 12 gennaio 2016 14:03
 

MILANO, 12 gennaio (Reuters) - Il Tribunale di Venezia non ha ammesso la class action presentata da Altroconsumo, in cui si chiedeva che Volkswagen fosse condannata a un risarcimento danni per aver alterato i risultati dei test sulle emissioni di CO2 in un modello di auto.

E' quanto si legge in una nota dell'associazione dei consumatori che annuncia ricorso alla Corte d'Appello del capoluogo veneto.

"Fortunatamente moltissime delle decisioni di inammissibilità in primo grado sono state ribaltate dalle Corti d'Appello. Per questo siamo più che fiduciosi e andiamo avanti. La nostra battaglia per la trasparenza continua", scrive nella nota Marco Pierani, responsabile relazioni esterne di Altroconsumo.

Ora ci sono 30 giorni per impugnare l'ordinanza in Corte d'Appello, la quale a sua volta dovrà decidere entro 40 giorni dal deposito del ricorso.

A inizio novembre, la casa di Wolfsburg ha ammesso con un comunicato ufficiale di aver sottovalutato erroneamente il consumo di carburante e le emissioni di CO2 di alcuni modelli di auto per un massimo di 800.000 veicoli.

Altroconsumo - che nel provvedimento odierno è stata condannata al pagamento di un terzo delle spese processuali - sostiene di aver già denunciato quasi 20 mesi fa una differenza del 50% tra i livelli di emissioni denunciati dalla casa tedesca e quelli emersi dopo un test in laboratorio su un modello di auto Volskwagen. La class action di Altroconsumo, lanciata nel settembre del 2014, ha già raccolto 9.645 pre-adesioni.

L'associazione dei consumatori chiedeva che la casa automobilistica tedesca fosse condannata al risarcimento dei danni di circa 500 euro per ciascun possessore del modello testato.

(Sara Rossi)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia