UniCredit, accordo per cessione ucraina Usb, onere extra in trim4 a 200 mln

lunedì 11 gennaio 2016 19:21
 

MILANO, 11 gennaio (Reuters) - UniCredit ha raggiunto un accordo vincolante per la cessione della controllata ucraina Ukrsotsbank (Usb) ad Alfa Group per effetto del quale registrerà un onere straordinario di circa 200 milioni di euro nel quarto trimestre 2015 con un impatto neutro sul Cet1.

Alla chiusura della transazione gli effetti della Riserva Oscillazione Cambi pari a circa -652 milioni al 30 settembre 2015 saranno riportati nel conto economico di UniCredit ma non avranno riflessi sul Cet1, spiega una nota aggiungendo che l'operazione, al closing, avrà un impatto sostanzialmente neutro sul Cet1 grazie al deconsolidamento delle attività ponderate per il rischio.

La struttura dell'operazione prevede che UniCredit conferisca la quota in Usb ad Abh Holdings (controllata da Alfa Group) in cambio di azioni di nuova emissione che rappresentano il 9,9% di Abh Holdings post operazione.

Sono previste specifiche tutele a beneficio delle parti. In particolare UniCredit può nominare un componente del consiglio di Abh Holdings e attivarne la quotazione. Inoltre è stato convenuto un meccanismo di opzioni put e call sulla partecipazione di UniCredit in Abh Holdings attivabile dopo cinque anni dal closing, previsto nel 2016.

UniCredit è stata assistita da Rothschild e UniCredit Cib come adviser.

Gli abbonati Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia