Enel si riserva diritto a riacquisto/recesso azioni Egp anche oltre 300 mln

giovedì 7 gennaio 2016 19:18
 

ROMA, 7 gennaio (Reuters) - Enel si è riservata la facoltà di superare il limite dei 300 milioni di euro per rimborsare i soci di Enel green power che non aderiranno all'operazione di concambio rivolta a riportare le attività estere nelle rinnovabili all'interno del gruppo.

Lo si legge nella relazione del Cda predisposta in vista dell'assemblea del giorno 11 gennaio.

L'efficacia della scissione, come aveva annunciato la società, si legge nel documento dice che "è subordinata alla circostanza che il valore di liquidazione complessivo delle azioni Enel Green Power in relazione alle quali dovesse essere validamente esercitato il diritto di recesso e il diritto di vendita non sia superiore a euro 300.000.000".

Ma si aggiunge anche che la condizione sospensiva "si intenderà ugualmente realizzata - anche in caso di superamento del limite sopra indicato - qualora Enel dichiari la sua intenzione di procedere all'acquisto di tutte le azioni per le quali sono stati esercitati i diritti".

Ci sono 60 giorni "di calendario dall'ultima iscrizione presso il Registro delle imprese delle delibere assembleari di approvazione della scissione" per decidere.

(Alberto Sisto)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia