RPT-Borsa Milano amplia perdite, Ftse Mib arriva a cedere 2%

mercoledì 6 gennaio 2016 12:34
 

(Elimina refuso da titolo)

MILANO, 6 gennaio (Reuters) - Piazza Affari amplia le perdite e arriva a cedere il 2% a fine mattinata, in sintonia con le altre borse europee.

L'azionario del vecchio continente risente soprattutto delle preoccupazioni degli investitori per i nuovi segnali di rallentamento dell'economia cinese, ma anche dei timori per le tensioni in Medio Oriente e per la situazione in Nord Corea.

L'attività del settore terziario in Cina è infatti cresciuta a dicembre al ritmo più lento degli ultimi 17 mesi, offrendo un ulteriore segnale che la seconda economia al mondo potrebbe perdere vigore.

La Corea del Nord ha annunciato di aver portato a termine con successo un test su un ordigno nucleare a idrogeno miniaturizzato, rivendicando significativi passi avanti nella propria capacità offensiva.

Il greggio nel corso della mattinata ha inoltre ampliato le perdite segnando nuovi record negativi e trascinando al ribasso i titoli energetici.

Intorno alle 12,15 l'indice FTSE Mib cede l'1,95%, il FTSE AllShare l'1,88%. Volumi contenuti, per un controvalore di circa 850 milioni di euro. In Europa il FTSEurofirst perde l'1,48%, mentre a Wall Street i futures sugli indici segnano perdite superiori all'1,5%.

** Sul listino principale tutti i titoli sono ora in territorio negativo.

** In forte calo FIAT CHRYSLER (-4,8%), mentre FERRARI sale dell'1,4% a 45,2 euro nel terzo giorno di quotazione dopo lo spin off. Lunedì aveva debuttato in Borsa a 43 euro.   Continua...