29 dicembre 2015 / 17:43 / 2 anni fa

Terna, domani conference call su nuove tariffe 2016/2023

ROMA, 29 dicembre (Reuters) - Domani i vertici di Terna terranno una conference call per spiegare gli effetti del nuovo sistema tariffario, reso noto ieri dall'Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico.

Lo riferisce una nota della società; nella conference dettagli anche sull'acquisizione della rete elettrica Fs.

Ieri, in serata, l'Autorità ha approvato la delibera sulla Regolazione tariffaria dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell'energia elettrica, per il periodo 2016-2023.

Con questo provvedimento si raddoppia a otto anni la durata del periodo regolatorio, prima era di quattro, articolandolo in due sub-periodi, convenzionalmente definiti come Npr1 2016-2019 e Npr2 2020-2023.

La definizione delle tariffe, "in continuità con la precedente modalità di calcolo, prevede nel'Npr1 schemi di regolazione incentivante dei costi operativi e schemi di regolazione del tipo rate-of-return per i costi di capitale".

Nel secondo periodo verrà introdotto un approccio "in chiave di controllo complessivo della spesa".

L'autorità si è mostrata più selettiva nella "fissazione dei livelli iniziali (riferiti al 2016) dei costi a copertura dei costi operativi", aggiornati annualmente. La nuova disciplina prevede nell'Npr1 tariffe di trasmissione e distribuzione che "rispecchiano i costi, evitando duplicazioni e escludendo le voci di costo per le quali la copertura sia già garantita (ad esempio tramite la remunerazione del rischio) o in relazione alle quali il riconoscimento risulti non compatibile con un'attività svolta in regime di monopolio (costi di pubblicità e di marketing)".

I recuperi di produttività saranno suddivisi al 50% fra utenti e imprese, rispettivamente con riduzioni di tariffe e maggiori utili.

Per quanto riguarda le modalità con cui ripagare gli investimenti in capitale l'Autorità nel primo periodo "conferma la sostanziale continuità di criteri con i precedenti periodi regolatori".

Verrà modificata la compensazione prevista per il cosiddetto lag regolatorio per i nuovi investimenti. Verrà anche rivista la cosiddetta vita utile dei cespiti su cui si effettuano i calcoli sul capitale, ma solo per i cespiti relativi alle linee elettriche. Per quanto concerne la determinazione del capitale circolante netto si conferma il metodo parametrico in funzione delle immobilizzazioni nette.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below