BORSA MILANO prosegue in netto rialzo, bene banche, strappano Carraro, Pininfarina

martedì 29 dicembre 2015 12:28
 

MILANO, 29 dicembre (Reuters) - Piazza Affari si rafforza nella tarda mattina, in linea con l'andamento degli altri mercati europei, nella penultima seduta dell'anno.

"E' pur sempre un mercato senza storie, tipico da fine anno quando gli investitori spingono per fare salire i titoli", osserva un trader.

** Intorno alle 12,00 l'indice FTSEMib segna un rialzo dell'1,3%, l'Allshare dell'1,24%. Il benchmark europeo, l'indice FTSEurofirst 300, avanza dello 0,84%. Volumi sempre molto sottili, poco sotto il mezzo miliardo di euro.

** Denaro diffuso un po' su tutti i settori. Bene le banche con in testa sempre la POP MILANO (+1,09%) e le big INTESA SP (+1,56%) e UNICREDIT (+1,46%).

** Bene anche il settore dell'energia a seguito dello stabilizzarsi del prezzo del greggio: ENI in salita dello 0,79%, ENEL in crescita dell'1,18%. Euforica SARAS in crescita del 4,5%, denaro anche su PRYSMIAN (+3,74%).

** Raccolta anche FCA (+1,62%) in vista dello spli e della quotazione di Ferrari anche a Piazza Affari a partire dal prossimo lunedì.

** Fra i minori strappa CARRARO, in asta di volatilità, con un rialzo teorico del 9,42% dopo che il presidente Enrico Carraro ha annunciato al Corriere della Sera un'alleanza strategica con l'americana John Deere per la fornitura di assali anteriori sia tradizionali che più tecnologici con sospensioni per un valore di 20 milioni, tali da triplicare il fatturato del gruppo.

** Sempre sugli scudi PININFARINA in salita dell'11,26% a 3,83 euro ben sopra il prezzo dell'opa da parte dell'indiana Mahindra a 1,10 euro.

** Ancora ben comprata RCS in crescita dell'1,95% dopo il +7% registrato ieri sempre sulla scia del nuovo piano industriale.   Continua...