Banche salvate, Oliver Wyman e Société Generale adviser per la vendita - fonti

lunedì 28 dicembre 2015 16:15
 

ROMA, 28 dicembre (Reuters) - Oliver Wyman e Société Generale saranno gli adviser per il processo di vendita delle quattro banche salvate dal governo e dalla Banca d'Italia, secondo quando riferito da tre fonti vicine al dossier.

"Oliver Wyman sarà il consulente strategico e darà un supporto su come organizzare la cessione delle quattro bridge banks per massimizzare il risultato", ha detto una delle fonti.

Société Generale, invece, sarà l'advisor finanziario e prenderà contatto con i potenziali acquirenti, ha aggiunto la fonte.

Un annuncio ufficiale sulla nomina degli advisor è atteso entro la fine di questa settimana.

Banca delle Marche, Banca Popolare dell'Etruria, Carife e Carichieti sono state salvate il 22 novembre scorso attraverso un piano che ha utilizzato per la prima volta il fondo di risoluzione per 3,6 miliardi dopo aver azzerato il valore di azioni e obbligazioni subordinati a copertura delle perdite, in uno schema di salvataggio previsto dalle nuove regole europee. Il piano ha previsto il trasferimento a quattro nuove banche ponte degli attività e passività, depurate delle perdite e delle sofferenze, in modo che le nuove banche potessero essere vendute al più presto, con un meccanismo di asta pubblica che dovrebbe partire a febbraio.

Le attività in sofferenza delle quattro banche, svalutate fino a un valore complessivo di realizzo di 1,5 miliardi, sono state traferite ad un'entità appositamente costituita, una bad bank, che dovrà essre valorizzata attraverso la cessione di queste sofferenze.

Secondo tre fonti vicine alla situazione, gli operatori specializzati in asset distressed, per lo più di matrice Usa, sono interessati ai crediti delle quattro banche.

"Cerberus, Apollo e Fortress stanno guardando alla vendita degli Nlp", dice una delle fonti.

Un'altra fonte ritiene che il deal sia adatto ai grandi fondi internazionali e cita Lone Star come potenziale acquirente.   Continua...