BORSA MILANO prosegue debole con volumi sottoli, bene Rcs, Trevi e Pininfarina

lunedì 28 dicembre 2015 12:13
 

MILANO, 28 dicembre (Reuters) - Andamento piatto a Piazza Affari in una giornata segnata da scambi sottili anche a causa della festività della borsa di Londra e del periodo vacanziero in vista del lungo ponte del 31 dicembre prossimo.

"Sul mercato c'è veramente poco da segnalare", sottolinea un trader.

** Intorno alle 12,10 l'indice FTSEMib è in calo dello 0,40%, mentre l'Allshare cede lo 0,30%. Il benchmark europeo, l'indice FTSEurofirst 300, perde lo 0,36%. Volumi pari a 350 milioni di euro.

** Fra i bancari sugli scudi MPS che sale dell'1,76% dopo l'annuncio della cessione di un portafoglio di crediti in sofferenza per 1 miliardo di euro. Sul resto del settore, bene anche POP MILANO in salita dell'1,7%. Negative, invece, le big comne INTESA SP in calo dell'1% circa e UNICREDIT (-0,6%).

** La continua debolezza del greggio pesa sul settore petrolifero con ENI in flessione dello 0,36% e SAIPEM (-0,6%).

** Ben raccolta MEDIASET in rialzo dell'1% circa.

** In forte rialzo RCS che balza del 6,63% sempre sulla scia del nuovo piano industriale presentato la scorsa settimana dopo aver toccato un minimo storico a 0,446 euro il 15 dicembre.

** Corposo rimbalzo per TREVI in crescita dell'8,5% che si aggiunge al +14,5% registrato nell'ultima seduta di Borsa il 23 dicembre. Il balzo è da collegarsi alle attese per l'assegnazione dei lavori per la messa in sicurezza della diga di Mosul in Iraq. Peraltro, segnala un trader, la risalita arriva dopo che il titolo ha toccato un minino a 1,08 euro a metà dicembre.

** Strappa anche oggi PININFARINA, in asta di volatilità con un balzo teorico dell'11,7% a 3,35 euro ben sopra il prezzo d'Opa di Mahindra a 1,1 euro. Il titolo resterà quotato alla Borsa di Milano anche dopo l'acquisizione da parte del gruppo indiano.   Continua...