RPT-Cdm proroga ancora di un anno divieto incrocio stampa-tv

mercoledì 23 dicembre 2015 19:15
 

(Corregge refuso nel titolo)

ROMA, 23 dicembre (Reuters) - Il cosiddetto decreto Milleproroghe varato oggi dal Consiglio estende fino alla fine del 2016 il divieto di incrocio tra imprese televisive e società editrici.

Lo ha riferito a Reuters una fonte governativa.

La misura riguarda in particolare Mediaset, della famiglia Berlusconi, che insieme a Rai controlla la maggior parte del mercato tv italiano.

Chi controlla più di una rete tv nazionale non può dunque acquisire "partecipazioni in imprese editrici di giornali quotidiani o partecipare alla costituzione di nuove imprese editrici di giornali quotidiani", come dice il testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici.

Il divieto non riguarda invece "le imprese editrici di giornali quotidiani diffusi esclusivamente in modalità elettronica".

Si tratta di una misura a salvaguardia del pluralismo, in attesa di una disciplina organica sui sistemi di comunicazione di massa.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia