Mittel, quota 6% in LivaNova non più strategica, si può vendere - AD Bifulco

mercoledì 23 dicembre 2015 14:33
 

MILANO, 23 dicembre (Reuters) - Mittel ritiene la partecipazione in LivaNova , la società nata dala fusione fra Sorin e la statunitense Cyberonics con una capitalizzazione di 2,9 miliardi di dollari, non più strategica ed è quindi vendibile, insieme alle quote rimaste in Intesa SP e Ubi.

A dirlo è l'AD della società, Rosario Bifulco, a margine dell'assemblea odierna degli azionisti che ha confermato il manager come AD. Bifulco detiene una quota del 6,825% di Mittel attraverso Bootes srl.

"La quota detenuta in LivaNova che ammonta al 6% è vendibile. Non è quindi più strategica e pensiamo di metterci dentro anche un po' di debito", ha spiegato Bifulco.

Mittel è presente nel capitale della società quotata al Nasdaq e a Londra insieme a Equinox con una quota congiunta del 12%, attraverso due veicoli, Bios e Tower6.

Mittel ha in pancia anche titoli di Ubi e Intesa Sanpaolo per un controvalore di 18 milioni di euro. "Anche queste azioni sono alienabili", ha sottolineato Bifulco.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia