Nigeria, Eni dichiara force majeure su export Gnl

lunedì 21 dicembre 2015 16:03
 

MILANO, 21 dicembre (Reuters) - Eni ha dichiarato lo stato di 'force majeure' sui carichi provenienti dall'impianto che esporta Gnl dalla Nigeria a causa di un sobotaggio sulla condotta, secondo quanto ha riferito un portavoce.

La società ha fatto questa dichiarazione lo scorso 16 dicembre a seguito di un "atto di sabotaggio" sulla linea di trasporto Ogoda-Brass.

L'impianto per l'esportazione di Gnl dalla Nigeria nell'isola di Bonny può produrre 22 milioni di tonnelate di metri cubi di gas liquefatto l'anno e ha contratti di fornitura a lungo termine con compratori in Italia, Spagna, Turchia, Portogallo e Francia. L'impianto vende anche sul mercato spot.

La scorsa settimana, Reuters ha scritto di interruzioni sui carichi di Gnl in Nigeria, sebbene anche sotto la stato di 'force majeure' potrebbe esportare alcuni volumi di gas.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia