A2A, offerta per 51% Lgh prevede pagamento 53,56% cash, 46,44% in azioni

venerdì 18 dicembre 2015 19:09
 

MILANO, 18 dicembre (Reuters) - L'offerta per il 51% di Linea Group, la multiutility di Cremona, Crema, Lodi, Pavia e Rovato, che valorizza il gruppo intorno ai 250 milioni di euro, prevede un pagamento per il 53,56% in contanti e per il restante 46,44% in azioni A2A. Il closing definitivo dell'operazione è atteso entro il primo trimestre del 2016.

E' quanto spiega un comunicato emesso dal Comune di Lodi, che ha ieri approvato l'integrazione con la superutility lombarda in vista della scadenza dell'offerta vincolante e il previsto 'signing' lunedì prossimo. Entro il fine settimana anche gli altri comuni azionisti concluderanno l'iter di analisi e approvazione dell'offerta.

Per quanto riguarda la governance di Lgh, la proposta presentata da A2A prevede un Cda a 13 con 7 membri di nomina del socio di maggioranza (fra cui l'AD) e 6 di nomina dei soci di minoritari (fra i quali il presidente). I soci minoritari manterranno, inoltre, la prerogativa di nominare i presidenti delle società prodotto controllate da Lgh, secondo il criterio della collocazione territoriale della sede.

L'offerta contempla, inoltre, l'ipotesi di procedere ad una fusione per incorporazione di Lgh in A2A, trascorsi tre anni dall'integrazione.

(Giancarlo Navach)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia