PUNTO 2-Icbpi, banche perfezionano cessione 85,29%, 100% valutato 2,15 mld

venerdì 18 dicembre 2015 19:54
 

(Aggiunge plusvalenze di Ubi, Veneto Banca, Pop Vicenza)

MILANO, 18 dicembre (Reuters) - Le banche azioniste di Icbpi hanno perfezionato la cessione dell'85,29% della società a Mercury Italy, veicolo partecipato da Bain Capital, Advent International e Clessidra per una valutazione del 100% di 2,15 miliardi di euro, limite massimo del range individuato a giugno alla firma dell'accordo.

Le banche manterranno complessivamente l'8,4% circa del capitale di Icbpi, dice una nota.

Nel dettaglio Credito Valtellinese il 2% (vende il 18,39%), Banco Popolare l'1,5% (13,88%), Pop Emilia l'1,5% (9,14%), Iccrea Holding lo 0,5% (7,42%), Banca Popolare Cividale lo 0,7% (4,44%), Ubi Banca l'1% (4,04%), Pop Milano l'1% (4%) e Banca Sella lo 0,2% (1,8%).

Vendono l'intera quota Popolare Vicenza (9,99%), Veneto Banca (9,99%) e Banca Carige (2,2%).

L'accordo prevede una componente aggiuntiva di prezzo sotto forma di 'earn-out' legata ai proventi futuri eventualmente riconosciuti a CartaSì da parte di Visa per la cessione della quota in Visa Europe.

In ambito commerciale vengono estesi fino a dicembre 2020, con diritto di recesso al terzo anno, gli accordi in essere tra i soci venditori e Icbpi. Inoltre le banche rimaste nel capitale sottoscriveranno un patto parasociale con Mercury sulle regole di governance e la disciplina del regime di circolazione delle azioni Icbpi.

Banco Popolare incassa 299,9 milioni con una plusvalenza netta di 159,9 milioni e un impatto sul Cet1 di 67 punti base. Pop Emilia incassa 197,6 milioni con una plusvalenza netta di 162,2 milioni e un impatto sul Cet1 di 41 punti base.

Per Banca Carige la plusvalenza lorda è di 29,7 milioni, mentre per Credito Valtellinese l'effetto economico lordo è positivo per 250 milioni con 190 punti base in più sul Cet1.   Continua...